Il Vero volto di Gesù

                              Gennaro Anziano: "LA FINE DEL MONDO È VICINA!" - "THE END OF THE WORLD IS NEAR!"

Cielo_a3_LNE2_17

  

 
 

Il Signore avverte

1. [Jakob Lorber], lo scrivano della presente Opera cercò e trovò. Chiese, e gli fu dato; e per mezzo di lui fu dato anche a tutti coloro che sono di cuore buono e di buona volontà. A coloro, invece, che qui cercano soltanto con la loro presunta pura intelligenza mondana, non sarà dato né sarà aperto.

2. Chi leggerà la presente Opera con cuore umile, riconoscerà il vero Autore. [GFD1.1-2]

3. Il motivo per cui tra i "molti chiamati, pochi sono gli eletti" è dovuto al fatto che sono pochi coloro che ascoltano le Parole del Signore: "Rinnega te stesso, prendi la croce sulle spalle e poi seguiMi!".

 [SS.c15. §19]

Il Nuovo LIbro della Vita

Il Dizionario della Sapienza

Il Dizionario è tratto dall'Opera La Nuova Rivelazione o Nuovo Libro della Vita, dettata da Gesù a Jakob Lorber. Di essa Gesù dice: questa è la NUOVA DOTTRINA che Io do dai Cieli! Essa è la Vera, NUOVA GERUSALEMME dai Cieli poichè l'antica, cioè quella terrena, non vi serve più a niente! [GVG.v6.c13.§5]

 

SIRIO

5. E questo periodo della Creazione, rispetto a tutti gli altri, ha il vantaggio, di gran lunga non ancora riconoscibile per voi con sufficiente chiarezza, di essere l’unico, in tutta l’Eternità e Infinità, nel quale Io Stesso Mi sia rivestito perfettamente della natura carnale umana e in cui di tutto il grande Uomo cosmico Io Mi sia scelto questo globo cosmico, e all’interno di questo Io Mi sia scelto la galassia dei soli centrali [degli ammassi stellari] in cui c’è Sirio, dei cui duecento milioni di soli [planetari] che gli ruotano intorno Io abbia scelto proprio questo [vostro] sole, eleggendo – fra i molti corpi mondiali che gravitano intorno ad esso – precisamente questo pianeta sul quale ora ci troviamo, per diventare Io Stesso Uomo su di esso e per allevare da voi uomini dei veri figli Miei per tutta l’Infinità ed Eternità che furono e che saranno.

[GVG.v4.c255.§1-13]   

Costellazione del Cane

. [GTT.40-41]

40.Dunque ascolta, tu grande focolare di fuoco, tu antico Sole1 centrale che nel Cane2 fai spicco come corona di splendore dei tuoi Soli; che cosa, con i tuoi raggi lanciati infinitamente lontano, hai dunque scorto di Me, nei tuoi cosmi, che ti sembra il massimo? Infatti vedi, ti girarono intorno Soli a trilioni, a ciascuno di essi erano annesse Lune, Terre e comete a milioni, cosicché ognuno, come un cosmo, potesse operare nella sua sfera dato che di certo da ognuno si dispiegarono innumerevoli opere assolutamente sublimi; perciò tu, in tutte queste opere che sono infinitamente tante, di certo noterai pure in qualche modo tra queste la Mia più grande!

41.Oh, prenditi tempo, [...]

penetra nel tuo punto centrale dello spirito di fuoco da lì assai presto e velocemente la risposta giusta tu porterai.

1 E' un Sole centrale degli Ammassi stellari intorno al quale orbitano trilioni di Soli.[NdR].
2 Costellazione del 'Gran Cane'. 
 
 

A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

 
 

Messaggi di Gesù a Padre Pio

tratti da "I grandi Profeti" di Renzo Baschera

Quando il mondo è stato affidato all'uomo era un giardino. Oggi va verso la rovina. La pietà divina sta per finire perché l'uomo sta avvelenando il mondo e distruggendo la vita. Se l'uomo non ritorna umile, caritatevole e pieno di amore per il prossimo verranno cose tremende: sarà la rovina, la catastrofe. 

 
01 Il mondo sta andando verso la rovina. Gli uomini hanno abbandonato la giusta strada, per avventurarsi in viottoli che finiscono nel deserto della violenza... Se non ritorneranno subito ad abbeverarsi alla fonte dell'umiltà, della carità e dell'amore, sarà la catastrofe.
02 Verranno cose tremende. Io non riesco più a intercedere per gli uomini. La pietà divina sta per finire. L'uomo era stato creato per amare la vita, ed è finito per distruggere la vita.
03 Quando il mondo è stato affidato all'uomo era un giardino. L'uomo lo ha trasformato in un rovaio pieno di veleni. Nulla serve ormai per purificare la casa dell'uomo. È necessaria un'opera profonda, che può venire solo dal cielo.
04 Preparatevi a vivere tre giorni al buio totale. Questi tre giorni sono molto vicini... E in questi giorni rimarrete come morti, senza mangiare e senza bere. Poi tornerà la luce. Ma molti saranno gli uomini che non la vedranno più.
05 Molta gente scapperà sconvolta. Ma correrà senza avere una meta. Diranno che a oriente c'è la salvezza e la gente correrà verso oriente, ma cadrà in un dirupo. Diranno che a occidente c'è la salvezza e la gente correrà verso occidente, ma cadrà in una fornace.
06 La terra tremerà e il panico sarà grande... La terra è malata. Il terremoto sarà come un serpente: lo sentirete strisciare da tutte le parti. E molte pietre cadranno. E molti uomini periranno.
07 Siete come formiche, perché verrà il tempo in cui gli uomini si toglieranno gli occhi per una briciola di pane. I negozi saranno saccheggiati, i magazzini saranno presi d'assalto e distrutti. Povero sarà colui che in quei giorni tenebrosi si troverà senza una candela, senza una brocca d'acqua e senza il necessario per tre mesi.
08 Scomparirà una terra... una grande terra. Un paese sarà cancellato per sempre dalle carte geografiche... E con lui verrà trascinata nel fango la storia, la ricchezza e gli uomini.
09 L'amore dell'uomo per l'uomo è diventato una vuota parola. Come potete pretendere che Gesù vi ami, se voi non sapete amare nemmeno quelli che mangiano alla stessa vostra tavola?... Dall'ira di Dio non saranno risparmiati gli uomini di scienza, ma gli uomini di cuore.
10 Sono disperato... non so più che cosa fare perché l'umanità si ravveda. Se continuerà su questa strada, l'ira tremenda di Dio si scatenerà come un fulmine tremendo.
11 Una meteora1 cadrà sulla terra e tutto sussulterà. Sarà un disastro, molto peggiore di una guerra. Molte cose saranno cancellate. E questo sarà uno dei segni.
12 Gli uomini vivranno una tragica esperienza. Molti verranno travolti dal fiume, molti verranno inceneriti dal fuoco, molti verranno sepolti dai veleni... Ma io rimarrò vicino ai puri di cuore.
 
Maggio sarà un mese tragico
 

L'arcangelo Michele e l'arcangelo Gabriele sono lieti di annunciarvi la venuta di vostro fratello in Cristo, Padre Pio...

Eccomi qui, care sorelle, in questa casa dove non ero mai venuto prima d'ora... Sono lieto di essere qui, fra voi. Vedete, per me il tempo non esiste. Tenete però presente che tutto quello che vi ho detto si realizzerà chiedo a tutti di pregare per il mondo intero... Avrete dei momenti tragici... State attenti al mese di maggio. Vedo ancora dei terremoti, delle alluvioni... Vedo del sangue. Povera Italia... sta andando verso una brutta violenza. Pregate, pregate, affinché la pietà di Dio risparmi qualcosa. Pregate per i tre giorni di buio che vivrete... Ma non lasciatevi smarrire. Vi saluto e vi benedico... Che il Signore vi aiuti, perché di aiuto ne avrete molto bisogno.

Tutto si fermerà per tre mesi

L'arcangelo Michele e l'arcangelo Gabriele sono lieti di annunciarvi la venuta di vostro fratello in Cristo, Padre Pio...

Sono giunto tra voi per darvi un messaggio di speranza... ma è anche un messaggio tragico. Gli avvenimenti che ho annunciato da tempo stanno precipitando. Il mondo va ormai verso la rovina totale. Ci saranno enormi cataclismi. Vedo dall'alto la Terra come una enorme palla avvolta da nubi infuocate... Sono disperato... Non so più come fare... Pregate, pregate, pregate e preparatevi. Vi ho già detto che verranno a mancare le cose più essenziali. Fate delle provviste, almeno per tre mesi... Tutto precipiterà in pochissimo tempo. Quando ve ne renderete conto, avrete già la valanga addosso. L'umanità è vicina al baratro... Cercate di stare vicini, di aiutarvi, perché avrete bisogno l'un l'altro di aiuto. Il ritorno di Cristo non è vicino... ma manca poco. Preparatevi... Sono angosciato. Molti uomini hanno davanti il precipizio e non lo vedono.

 

Parla Padre Pio

Messaggio ricevuto dalla carismatica A.S.

Non ci sono mezzi termini per annunciare il Castigo che avverrà. Tu, piccola A., ascolta bene: non ti crucciare troppo per questo e per quello e redigi gli scritti importantissimi che Dio ti darà. Ogni colpa sarà lavata, ogni peccato purificato e presto, molto presto, arriverà l'Armata Rossa. Ma voi non giudicate, accoglieteli come fratelli, figli dell'unico Dio. Essi verranno armati di molte parole da spargere per spegnere il sentimento della fede nel cuore umano. Ma voi direte sempre questo ritornello:

"Siamo figli di Dio, e tali vogliamo rimanere. Nessuno ci strapperà la fede dal nostro cuore, perché siamo stati rigenerati dal Sangue di Gesù Cristo Dio e con Lui, per Lui e in Lui riporteremo vittoria".

E queste frasi le dovrete ripetere anche migliaia di volte, fino a stancarli, fino a deluderli, fino a reprimerli, così che snervati, fidati, ritorneranno nelle loro case. Hanno paura di una sola cosa, questi uomini: della fede di Colui che guida il popolo italiano nella Chiesa, il Santo Padre. Vestito di bianco appare loro come una figura temibile e certamente inopportuna per il loro piano diabolico. Essi non sanno come eliminarlo.

Perciò ricordatevi: fedeltà a tutta prova al Santo Padre, pietà profonda per coloro che sono inviati a strappare la fede, ma non ci riusciranno! Le porte dell'Inferno giammai prevarranno contro la Chiesa di Cristo Dio!

Risolviti, piccina cara A., a dire molte serie parole di preparazione, perché il Castigo è pronto e principalmente sarà questo: che coloro che hanno fatto del Sacerdozio una comoda poltrona per i propri gusti e comodi, gli sarà tolta, e in malo modo.

Non vi conturbate, però, voi anime semplici e pure che Dio vi farà agire in modo meraviglioso, opererete portenti, e stabilirete così un accordo con i vostri persecutori che, donandovi la loro attenzione, porterete indietro dalle loro posizioni sbagliate. Essi riprenderanno il cammino giusto della vita e diranno:

"Abbiamo cercato di ottenebrarli, ma loro, con la loro luce, ci hanno umiliati".

Ed ecco che così si riporterà una grande vittoria spirituale e gli animi esulcerati saranno curati. Essi ritorneranno nella loro Patria ma cambiati e, nello stesso tempo, molti, qui, si saranno purificati giacché la Gerarchia corrotta e insolente deve pur purgarsi, mentre i buoni sacerdoti diventeranno Angeli di luce che rischiarano le tenebre.

Pace a voi, figli del mio cuore, e un abbraccio da Padre Pio da Pietralcina.

 

Mio carissimo padre,
venerdì mattina ero ancora a letto, quando mi apparve Gesù.

Era tutto malconcio e sfigurato. Egli mi mostrò una grande moltitudine di sacerdoti regolari e secolari, fra i quali diversi dignitari ecclesiastici; di questi chi stava celebrando, chi si stava parando e chi si stava svestendo delle vesti sacre.

La vista di Gesù in angustie mi dava molta pena, perciò volli domandargli perché soffrisse tanto. Nessuna risposta n'ebbi.

erò il suo sguardo si riportò verso quei sacerdoti; ma poco dopo, quasi inorridito e come se fosse stanco di guardare, ritirò lo sguardo ed allorché lo rialzò verso di me, con grande mio orrore, osservai due lacrime che gli solcavano le gote.

Si allontanò da quella turba di sacerdoti con una grande espressione di disgusto sul volto, gridando: "Macellai!".

E rivolto a me disse: "Figlio mio, non credere che la mia agonia sia stata di tre ore, no; io sarò, per cagione delle anime da me più beneficate, in agonia sino alla fine del mondo. Durante il tempo della mia agonia, figlio mio, non bisogna dormire.

l'anima mia va in cerca di qualche goccia di pietà umana, ma ohi me mi lasciano solo sotto il peso dell' indifferenza. L'ingratitudine ed il sonno dei miei ministri mi rendono più gravosa l'agonia.

Ohi me come corrispondono male al mio amore! Ciò che più mi affligge è che costoro, alla loro indifferenza, aggiungono il disprezzo, l'incredulità.

Quante volte ero lì lì per fulminarli, se non fossi stato trattenuto dagli angeli e dalle anime di me innamorate...

Gesù continuò ancora, ma quello che disse non potrò giammai rivelarlo a creatura alcuna di questo mondo.

Questa apparizione mi cagionò tale dolore nel corpo, ma più ancora nell'anima, che per tutta la giornata fui prostrato ed avrei creduto di  morirne se il dolcissimo Gesù non mi avesse già rivelato..

Gesù purtroppo ha ragione di lamentarsi della nostra ingratitudine! Quanti disgraziati nostri fratelli corrispondono all'amore di Gesù col buttarsi a braccia aperte nell'infame setta della massoneria!

Preghiamo per costoro acciocché il Signore illumini le loro menti e tocchi il loro cuore.

Fate coraggio al nostro padre provinciale, che copioso soccorso di celesti favori ne riceverà dal Signore.
Salutatemi il padre provinciale e ringraziatelo per me dell'applicazioni. 

Fra Pio da Pietralcina, 7 aprile 1913

"Che cosa è la verità, dov’è essa e dove la possiamo trovare?". [GVG.v7.c116.§11].

Gesù rispomde: [GVG.v7.c117.§1-3]

1. Dissi Io: «Voi vi trovate sulla soglia del Tempio dove dimora la Verità. Infatti se una Verità esiste, essa deve rivelarsi nella vita e non nella morte, dato che alla morte la Verità non serve a nulla. Ebbene, l’uomo vero e giusto è vero tempio della Verità, e la sede della Verità è nel cuore.

2. Quando un uomo cerca la Verità, egli deve cercarla in sé e non fuori di sé, poiché la Verità è la vita, e la vita è l’amore. Chi dunque ha senza falsità l’amore per Dio e per il prossimo, costui ha pure la vita, e questa vita è la Verità e dimora nell’uomo.

3. E perciò Io proprio ora ho detto che voi vi trovate sulla soglia del Tempio della Verità; quindi l’uomo è in sé la Verità, la via che conduce ad essa e la vita! Avete ben compreso?»

 

1. LA METEORA DI PADRE PIO POTREBBE ESSERE  QUESTA IN ARRIVO NEL 2017?

 

14.04.2015  

Asteroide in arrivo
   
 

 

 
25.04.2015 Terremoto nel Nepal
 

 

 
26.04.2015 Terremoto Nepal: Scontro Titanico

 

Corriere della Sera - 26 aprile 2015  09:24   - di Giovanni Caprara  © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

26.04.2015  

Cile, misteriosa figura umana dopo l'eruzione
 

26.04.2016

Un'immagine inquietante è apparsa nel cielo del Cile. Una foto ha catturato il momento in cui la nuvola di fumo sprigionata dall'eruzione del vulcano Calbuco ha assunto sembianze quasi umane.

La gente del posto crede che potrebbe essersi trattato di un segno degli dei dal momento che il vulcano non era in attività da 40 anni. Per le credenze popolari Dio potrebbe essere infelice.

Mercoledì scorso è stato dichiarato lo stato di emergenza. Hariet Grunewald, che vive nella vicina città di Puerto Montt, ha fotografato il cielo nel momento giusto. "Quando ho sentito l'eruzione mi sono precipitata alla finestra e ho iniziato a scattare foto. - ha raccontato Hariet - E poi ho visto apparire questo uomo".

 

© Il Mattino.it La nuvola di fumo in Cile

http://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/cile-misteriosa-figura-umana-dopo-leruzione-del-vulcano-la-foto-fa-il-giro-del-web/ar-BBiHkmc?ocid=iehp

 

 
 
28.04.2015 Terremoto alle Porte di Roma - Il Messaggero
 

28.04.2015 Terremoto, tre le scosse in serata alle porte di Roma, la prima di magnitudo 2.2 è avvenuta alle 19.58, mentre la seconda di magnitudo 2.1 è avvenuta alle 20.02. La terza scossa è stata registrata questa sera è stata di magnitudo 2.3 alle 20.34. Tutte le scosse sono state registrate dalla rete sismica dell'Ingv.

PRIMA SCOSSA DI MAGNITUDO 2.2 NEL DISTRETTO SISMICO "COLLI ALBANI" La scossa prima è stata localizzata dalla Rete Sismica Nazionale dell'Ingv nel distretto sismico Colli Albani ad una profondità di 9,9 chilometri. Entro dieci chilometri dall'epicentro vi sono i comuni di Velletri (Roma) Lariano (Roma) Cisterna di Latina (Latina).

LA SECONDA SCOSSA SEMPRE NEL DISTRETTO SISMICO "COLLI ALBANI" Una seconda scossa è stata registrata questa sera nel distretto sismico Colli Albani.

Il terremoto, di magnitudo 2.1, è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale alle ore 20.02 ad una profondità di 10,7 chilometri.

Entro dieci chilometri dall'epicentro vi sono i comuni di Lanuvio (Roma) Nemi (Roma) Velletri (Roma) Lariano (Roma) Cisterna di Latina (Latina).

TERZA SCOSSA ANCORA NEL DISTRETTO SISMICO COLLI ALBANI Una terza scossa è stata registrata questa sera nel distretto sismico Colli Albani. Il terremoto, di magnitudo 2.3, è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale alle ore 20.34 ad una profondità di 10,2 chilometri. Entro dieci chilometri dall'epicentro vi sono i comuni di Velletri (Roma) Lariano (Roma) Cisterna di Latina (Latina).

 
 
 
08.05.2015 Scossa di terremoto tra Marche e Abruzzo
 

Una scossa di terremoto avvenuta tra le Marche e l'Abruzzo ha bruscamente risvegliato la popolazione questa mattina alle 6.50.

Il sisma, di magnitudo 3, è stato registrato a sud di Ascoli Piceno, al confine con la provincia di Teramo, e chiaramente avvertito dalla popolazione. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 8,1 km di profondità ed epicentro in prossimità di Ascoli, Folignano, Roccafluvione in provincia di Ascoli Piceno e Valle Castellana in provincia di Teramo. Non si segnalano al momento danni a persone o cose.

 

 © Il Gazzettino.it L'epicentro (dal sito dell'Ingv)

 

 

 
 
09.05.2015 Terremoto alle isole Lipari: «Magnitudo 4.1»
 

Forte scossa di terremoto poco fa alle isole Lipari.

La scossa di terremoto di magnitudo(Ml) 4.5 è avvenuta alle 10:22:42 italiane.

Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Isole_Lipari.

I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.

Il terremoto è stato molto profondo: 212.3 km.

 

 

 

 
 
 
12.05.2015

Nepal, nuovo terremoto di magnitudo 7.4.

Scossa avvertita anche a Nuova Delhi

 

KATHMANDU - Una scossa di magnitudo 7.4 è stata avvertita in Nepal, la cui capitale Kathmandu è già stata devastata dal sisma del 25 aprile scorso, e a New Delhi e in altre parti del nord dell'India. Il tremore è durato un minuto. L'epicentro è stato localizzato a 22 chilometri a sud-est di Zham (Cina) e a circa 83 chilometri a est della capitale nepalese, dove i residenti sono fuggiti dalle loro case terrorizzati. Lo riferiscono le tv indiane. L'epicentro del sisma è in Nepal, secondo l'Usgs. Nel terremoto del mese scorso sono morte 8.150 persone, mentre 17.860 sono rimaste ferite.

Altre scosse tra magnitudo 5 e 6 hanno colpito in sequenza il Nepal, circa 10 minuti dopo il primo terremoto di 7.4 Lo ha registrato il Centro Sismologico Mediterraneo europeo (Emsc)

  .

 

 
 
 
19.05.2015

Eruzione dell'Etna

 
 
 
29.05.2015 Terremoto a largo della costa abruzzese
 

Oggi alle ore 15.17 è stato registrato un terremoto di magnitudo 4.2 localizzato al largo della costa abruzzese "in corrispondenza della provincia di Teramo". Il sito dell'Ingv, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, precisa che nessun comune si trova entro 20 km dall’epicentro. I comuni più vicini, situati tra i 30 e i 40 km, sono Martinsicuro, Alba Adriatica e Giulianova. 

 

 
 
 
29.05.2015 Giappone, vulcano si risveglia dopo 34 anni: evacuata isola
 

Dopo 34 anni di inattività si è risvegliato questa mattina con una improvvisa eruzione il vulcano Shindake, nell'isola di Kuchinoerabu, nella prefettura sud-occidentale di Kagoshima, in Giappone. La spettacolare esplosione ha creato una colonna di fumo e cenere alta quasi 10 chilometri che pur non avendo provocato danni o feriti, ha costretto le autorità all'evacuazione di circa 140 abitanti dell'isola.

Il servizio meteo nipponico (Jma) ha reso noto che l'eruzione è avvenuta alle 10 ora locale (le 3 di notte ora italiana) e ha emesso un bollettino di allerta di livello 5, il

massimo. L'agenzia ha aggiunto che i flussi piroclastici, un mix di cenere, frammenti di lava e gas caldi espulsi dal vulcano hanno raggiunto la sponda nord-occidentale dell'isola.

Da Tokyo, il primo ministro Shinzo Abe, ha istituito un team di emergenza per la gestione della crisi e ha inviato una propria unità nella zona. Abe ha detto di aver ordinato alle autorità locali di fare "tutto il possibile" per garantire la sicurezza degli isolani. Il Monte Shindake, situato a circa 650 metri sul livello del mare, ha dato i primi segnali di risveglio dal 1980 lo scorso 3 agosto con l'evacuazione precauzionale di 87 persone.

Video

 
 
 
30.05.2015 Giappone:terremoto 8,5 a Ogasawara
 

 

Un violentissimo terremoto di magnitudo 8.5 ha colpito il Giappone alle 20.24 locali (13,24 in Italia), con epicentro vocino Ogasawara, un'isola nel Pacifico a 1.000 km a sud di Tokyo. Lo rende noto la Japan meteorological agency, che non ha lanciato alcun allarme tsunami.

L'intensita' della scossa, durata piu' di un minuto, e' stata misurata in 5+, sulla scala di misurazione di 7 livelli massimi, mentre su gran parte dell'area del Kanto, la piana di Tokyo, e' stata avvertita in modo chiaro con intensita' 4, con un picco di 5- a Saitama. L'ipocentro e' stato individuato a 590 km di profondita'. Secondo quanto riferito dalla tv pubblica Nhk, non risultano esserci al momento danni a persone o cose. I treni shinkansen tra Tokyo e Osaka si sono fermati a titolo precauzionale.  © ANSA/EPA

 
 
 
2015 http://www.meteoterremoti.altervista.org/

Terremoti in tempo reale

 
 
 
03.03.2014 Tra la terra e luna si infila un asteroide

Ha un diametro di 30 metri, arriva il 5 marzo.

 

 
 
 
 
 
 

4. In verità, coloro che si alzano quando Io li chiamo, quelli anche risorgeranno alla vita, e non assaporeranno mai la morte, mai in eterno! 

5. Ma coloro che non seguiranno la Mia chiamata, quelli continueranno a giacere per molto e molto tempo! Dunque, alzatevi ora, liberi e lieti! Amen». [GFD.1.180.4-5] 

Il motivo per cui tra i "molti chiamati, pochi sono gli eletti" è dovuto al fatto che sono pochi coloro che ascoltano le Parole del Signore: "Rinnega te stesso, prendi la croce sulle spalle e poi seguiMi!".

 [SS.c15.§19]

Fiumi d'acqua viva sgorgheranno

 da chi crede in Me!

LA TERRA

Figlia del Sole primordiale

[GVG.v4.c106.§8] Estratto conciso

8. La Terra non ha avuto origine da questo sole, contrariamente a tutti gli altri pianeti - ad eccezione di quello fra Marte e Giove, distrutto 6.000 anni fa per opera dei suoi abitanti. La Terra è stata originata dal sole centrale primordiale ed è più vecchia rispetto a questo sole di un periodo di tempo per noi infinito. La Terra ha cominciato a diventare corporea dopo che questo sole, già da molto tempo, aveva iniziato la sua prima rivoluzione intorno al suo sole centrale; ha attratto poi a sé, da questo sole, il proprio elemento corporeo.

DC.v3.c530.§3]

3. Vedete, tutti gli altri pianeti, che con i loro corpi minori orbitano attorno al sole, sono, ad eccezione di un’unica cometa, figli proprio di questo sole, ma non questa Terra insieme alla sua luna. Questa Terra è una figlia proveniente dal sole primordiale, fu lanciata fuori dal grandioso interno di questo sole nel vasto spazio del globo cosmico, con forza indicibile, come corpo già piuttosto compatto, naturalmente da un numero di anni terrestri per voi inimmaginabile. Di una simile provenienza ebbe da rallegrarsi anche quel pianeta1 più grande, di cui sapete che è stato distrutto a partire dall’interno. Per questa ragione però questa Terra è anche così estremamente varia e complicata che in essa, su di essa e sopra di essa compaiono tutti quei materiali originari che, ovviamente in scala grandissima, compaiono soltanto nel sole centrale primordiale; e in esso debbono comparire perché è la [stella] nutrice e la direttrice dei molti, innumerevoli soli centrali secondari e dei soli planetari e dei loro pianeti.

1. Si tratta del grande pianeta Mallona  che si trovava nell’orbita tra Marte e Giove, i cui resti sono gli attuali asteroidi o fascia dei pianetini. [NdR].

SUL SOLE

 L'uomo origina gli esseri

SN.c2.§2]

2. Sui pianeti imperfetti, tutto evolve fino all’uomo, quale ultimo e più perfetto gradino delle cose e degli esseri. Sul Sole, quale pianeta perfetto, è l’uomo, con la sua volontà, che origina gli esseri. Tali entità atomiche, insieme alle muffe eteriche, sono trasferite, sugli altri pianeti mediante la luce solare, e progrediscono poi fino all’uomo. [Estratto conciso].

COSTELLAZIONE DEL LEONE

 

REGOLO

Sole Centrale Primordiale

[GVG.v4.c254.§4-10] 

4. Tu, o Mataele, conosci bene le costellazioni degli antichi egiziani, e anche la stella Regolo nel gran Leone ti è perfettamente nota! Come appare essa ai tuoi occhi? Ecco: un punticino scintillante; e tuttavia là dove essa si trova nello spazio, è un corpo solare così grande che un fulmine, il quale pure in quattro istanti percorre una lunghezza di 400.000 Feldwege1, per coprire la  distanza tra il suo polo settentrionale e quello meridionale impiegherebbe più di un trilione di anni terrestri secondo il sistema di calcolo arabo antico che ti è noto! Il suo nome vero e proprio è Urka, o meglio Ouriza, (il primo, ovvero il principio della creazione di eoni volte eoni (10120 x 10120) di soli inclusi in un globo cosmico di una estensione quasi infinita). Esso è l’anima, ossia il punto centrale di gravità di un globo cosmico, il quale però in sé e di per sé non costituisce che un nervo dell’immenso Uomo cosmico. Ora un tale Uomo cosmico di nervi simili ne ha certamente all’incirca tanti quanti sono i granelli di sabbia e i fili d’erba sulla Terra. Tutto intero questo immenso Uomo cosmico però non costituisce infine che un periodo della Creazione, dal suo inizio fino al termine del suo completamento spirituale.

1. 300.000 km. [NdR].

 

"Chi vuole giungere alla Mia Parola vivente dentro di sé costui sia perfettamente attivo nel praticare la Mia Parola"

www.new-era.org e www.nuovaera.org  © 2006-2015 di Gennaro Anziano. All rights reserved. Vietato riprodurre contenuti non autorizzati!